Il Nodo Compagnia teatrale
 

La brocca rotta

di Heinrich von Kleist

Commedia brillante in 2 atti

 
   
 
La brocca rotta
     
 
Commedie
Una brocca di valore storico si è rotta. Chi è il colpevole? Querele, interrogatori e controinterrogatori che rivelano innamorati fedifraghi, giudici disonesti e fughe rocambolesche. Ma alla fine chi ha rotto la brocca della discordia? Una soluzione all'odore di zolfo. Una spumeggiante serata con la più bella commedia tedesca.


LA BROCCA ROTTA

Perché tanto accanimento intorno ad una brocca sia pure di volore storico? Questa è la prima domanda che viene in mente assistendo alla succosa commedia di Heinrich von Kleist.

Si comprende che questa sottolineatura rimanda a qualcosa di più che al semplice catalizzatore della vicenda comica, portata poi innanzi con incomparabile maestria drammatica da Kleist. L’insistere spasmodico di Comare Marta intorno alla brocca, l’indifferenza della classe maschile (il giudice Walter, Roberto e il padre Vito) sottintende la volontà dell’autore di dare un significato ben più pregnante a questa mitica e antichissima brocca.

E questo significato è non casualmente difeso in somma parte da Comare Marta, colei che è la detentrice del focolare domestico, la vedova onesta, simpatica e scaltra, colei che in fin dei conti può assommare tutte le virtù di uno stato laico e protestante nei suoi principi. In questo senso la rottura della brocca diventa irreparabile, poiché se Marta rappresenta per l’autore l’ideale di stato etico alla Rousseau, la brocca diviene improvvisamente il rimando etico ad una verginità primigenia dell’organizzazione umana che il poeta in gioventù aveva tentato di ritrovare come acquisizione razionale ma che sente ormai persa per sempre anche in seguito al cataclisma della rivoluzione francese.

Egli riversa nell’ostinata Comare Marta tutta la voglia irrazionale di giustizia sociale e politica a cui il giovane Kleist ha sempre aspirato. Questa giusta aspirazione è però affossata dalla realtà amministrativa permeata di corruzione, provincialismo e favoritismi. Non a caso tutti i rappresentanti della legge rivelano al fine una luce negativa dimostrandosi corrotti, arbitrari o quantomeno conniventi. I riferimenti satanici che permeano il personaggio di Adam, archetipo del potere e dell’autorità, gettano una luce pessimista e dissacrante sull’organizzazione della società e sul nuovo modello di stato centralista e autoritario che dalla Prussia si sta espandendo in tutta Europa. Non dimentichiamoci che la commedia viene scritta nel 1802 quando ormai lo spirito e i sogni dell’età dei lumi si stanno ampiamente perdendo senza che al loro posto possa farsi spazio un altro ideale. Non solo lo stato non riesce a garantire giustizia, ma esso stesso è pervaso di ingiustizia, diventando una macchina che travolge anche il singolo più ligio e corretto verso i suoi doveri.

Solo Comare Marta non perde la sua fiducia in un’istanza di giustizia superiore anche se questa ricerca sfocia volutamente nel ridicolo, nell’ostinazione protestante e tipicamente tedesca a concentrarsi sul proprio compito a perseguire con meticolosità e scrupolo il proprio scopo. Ma sarà proprio questa ostinazione che rivela il profondo pessimismo di Kleist verso la società europea che esce dal secolo dei lumi: Marta andrà pure, con ostinata baldanza, a cercare giustizia a Utrecht, ma l’autore sa benissimo che ormai una società di giusti, una entità intellettuale superiore non sarà più dell’ottocento, il secolo in cui l’idea di una comunità di popoli si infrangerà contro gli egoismi, le clientele e gli interessi di parte, il secolo degli stati nazionali, degli interessi contrapposti, del colonialismo; il secolo che preparerà la strada alle contrapposizioni che sfoceranno nel successivo novecento nella barbarie che conosciamo.


...continua



Spettacolo di repertorio non più disponibile per la messa in scena.

Regia   Raffaello Malesci
     
Luci   Eugenio Sacchella
Costumi   Raffaello Malesci
Scenografia   Raffaello Malesci, Alberto Cella
Assistente alla scenografia   Simona Mosca
Costruzioni scenografiche   Maurizio De Antoni
Sartoria   Mariuccia Schivardi
Consolle tecnica   Alessandro Viespoli
Fotografie di scena   Maurizio Balzarini
     
Personaggi   Interpreti
Walter, consigliere di giustizia   Severino Boschetti
Adam, giudice del villaggio   Danilo Furnari
Licht, cancelliere   Guido Paratico
Marta Rull   Annamaria Melda
Eva, sua figlia   Silvia Pipa
Vito Tuempel, contadino   Alessandro Abate
Roberto, suo figlio   Fiorenzo Savoldi
Comare Brigida   Alberto Cella
Un servitore   Alessandro Abate
Domestica   Fulvia Marai
     
     
Ringraziamenti   Aziende Agricole CONDIR Sas
       
       
Condividi su facebook! Condividi  
       




 
Produzione teatrale di repertorio
 
 
 
Commedie
   
  Il ventaglio di Lady Windermere
  Sarto per Signora
  In dolce attesa
  Il gioco dell'amore e del caso
  Tredici a Tavola
  La Madre Amorosa
  Donna Rosita nubile
  Il misantropo
  Le vedove allegre
  Il giro del mondo in 80 giorni
  L'abito non fa il monaco
  La casa nuova
  A scatola chiusa
  Una donna senza importanza
  Pene d'amor perdute
  Donne
  Occupati di Amelia!
  La donna volubile
  L'affarista Mercadet
  La commedia del mendicante
  8 donne
  Novecento
  Le nozze di Figaro
  L'hotel del libero scambio
  I giochi della follia ovvero la pergola
  Moglie... o attrice? ovvero il marito della debuttante
  Il giardino dei ciliegi
  Il borghese gentiluomo
  L'impresario delle smirne
  La guerra degli asparagi
  La paziente - Pomeriggio al mare
  Un cappello di paglia di Firenze
  Il volpone
  La strana coppia
  Il cavaliere della rosa
  Sogno di una notte di mezza estate (2006)
  Le cognate
  Cosi e' (se vi pare)
  La commedia degli equivoci
  Knock o il trionfo della medicina
  Un marito ideale
  Le nozze di Figaro (stagione 2005/2006)
  La palla al piede
  La cena dei cretini
  I due pantaloni ovvero i mercatanti
  Gl'innamorati
  Il tacchino
  Sherlock Holmes e il mistero dei Baskerville
  La brocca rotta
  Il trionfo dell'amore
  Molto rumore per nulla
  Che inenarrabile casino !
  Il bugiardo
  Il carnevale degli insetti e la misteriosa scomparsa di W
  Delitti di famiglia
  L'importanza di chiamarsi Ernesto
  La visita della vecchia signora
  La bisbetica domata
  Tutto è bene quel che finisce bene
  La cucina
  Storie di cronopios e famas
  Girotondo
  Il ventaglio
  Le allegre comari di windsor
  Fossi in voi ci penserei
  Il mondo alla rovescia
  Romolo il grande
  Gli acarnesi
  Sogno di una notte di mezza estate (1998)
  Le cognate (1998)
  Anatol
  Le donne a parlamento
  Jacques e il suo padrone
  Non sparate sulla mamma
  Vinzenz e l'amica degli uomini importanti
  Trappola per topi
Teatro di intrattenimento
   
Teatro per ragazzi
   
Rievocazioni storiche
   
Drammi
   
Letture
   
Cabaret
   
Teatro classico
   
Teatro contemporaneo
   
Teatro sperimentale
   
Spettacoli scuola dell'attore
   


  Teatro per ragazzi
  Dal 2004 Il Nodo Bimbi si dedica
alla produzione di commedie
per ragazzi e didattica teatrale
per l'infanzia...
   
  Approfondisci

  Scuola dell'attore
  Un progetto articolato
di scuola di teatro attivo
in provincia di Brescia
dal 1990
   
  Approfondisci
  Newsletter
  Tutte le news
ed informazioni sugli
spettacoli e non solo...
   
  Iscriviti ora!
   
 
Home / Calendario spettacoli / Rassegne teatrali / Produzione teatrale
Compagnia Teatrale / Scuola dell’attore / Contatti / Credits
     
Il Nodo Teatro Associazione Culturale s.s.l. Privacy - Contattaci   Contattaci!
 
sponsor by
Itsol